Visita al Castello di Malpaga con i bambini

Bambino al Castello di Malpaga

 

Grazie alle coinvolgenti visite guidate ed alle attività per famiglie, il Castello di Malpaga, una delle più importanti costruzioni lombarde del 1300, è la meta ideale per una gita in Lombardia con i bambini.

In passato, dimora del valoroso condottiero Bartolomeo Colleoni, Capitano Generale della Repubblica di Venezia, il Castello di Malpaga domina una distesa di 300 ettari di campi agricoli all’interno del Parco del fiume Serio.

Oggi, il Castello si può ammirare partecipando a tradizionali visite guidate o a suggestive visite in abiti d’epoca o in notturna.

Se, poi, state pensando di visitare il Castello di Malpaga con i bambini, vi consiglio di prendere parte ad una delle coinvolgenti attività per famiglie, che vengono organizzate in questo luogo suggestivo. Mentre gli adulti visiteranno le sale del castello, i più piccoli seguiranno un percorso pensato appositamente per loro.

Il Castello di Malpaga

Il Castello di Malpaga è ubicato nel comune di Cavernago, in provincia di Bergamo, e con il suo aspetto maestoso domina le campagne della bassa pianura bergamasca. 

Si tratta di un luogo dal grande fascino, legato soprattutto alla figura del condottiero Bartolomeo Colleoni, capitano generale di tutte le milizie della Serenissima Repubblica di Venezia. Questi lo acquistò per la sua posizione strategica, a confine tra i territori della repubblica veneta e il Ducato di Milano. 

Storia del Castello di Malpaga

L’edificio fu costruito per iniziativa Ghibellina a metà del Trecento. 

Nel 1456, il Colleoni lo acquistò dal Comune di Bergamo e, nel 1458, ne fece la sua dimora. Qui, visse con la moglie Tisbe Martinengo, conducendo un’attiva vita di corte, ospitando artisti e figure influenti dell’epoca.

Dopo essere stato acquistato dal condottiero, l’edificio subì una serie di modifiche. La struttura, a pianta quadrata, con un cortile centrale, venne ampliata, arricchita con portici e logge, protetta da due cerchia di mura e circondata da un secondo fossato con accesso da Sud e da Nord mediante ponti levatoi. L’intero complesso fu, così, trasformato in una cittadella. 

Il condottiero, inoltre, abbellì sontuosamente il castello chiamando diversi artisti del tempo. Qui, lavorarono anche Marcello Fogolino e, successivamente, Girolamo Romanino, chiamato da Alessandro Martinengo-Colleoni, che gli commissionò, tra il 1520 e il 1530, gli affreschi che decorano diverse sale del castello. 

Il Castello di Malpaga rimase di proprietà dei Colleoni fino al 1880, quando venne acquistato dai Conti Roncalli. Nel 1924 passò, poi, alla Famiglia Crespi. Oggi, l’intero complesso appartiene alla Malpaga Spa.

Visitare il Castello di Malpaga: visite guidate ed eventi

Il Castello di Malpaga si può visitare partecipando ad interessanti visite guidate o, in autonomia, accompagnati da un’audioguida. Avrete così la possibilità di ammirare gli affreschi presenti nelle antiche Sale, opera di artisti vissuti a cavallo tra il ‘400 e il ‘600, e di vivere il fascino del passato.

Vi segnalo, in particolare, che il sabato e la domenica, dalle 10 alle 18, è possibile visitare le Sale del Castello, guidati dalla voce di Medea, la figlia prediletta di Bartolomeo Colleoni. Vi basterà prenotare la vostra visita, scaricare l’APP Malpaga Castle Experience, adatta anche ai bambini, e portare con voi gli auricolari. Una volta giunti al Castello vi verrá consegnato il codice di avvio e potrete addentrarvi tra le sale e scoprire le storie legate a questo luogo fuori dal tempo. 

Nel Castello, inoltre, in base al periodo, vengono organizzati picnic, cene particolari, visite notturne ed attività per famiglie.

Cliccate qui, per scoprire quali sono gli eventi in programma in questo periodo ed acquistare i vostri biglietti.

affresco

Castello di Malpaga con i bambini

Se state pensando di raggiungere il Castello di Malpaga con i bambini, vi consiglio di optare per una visita per famiglie. 

Noi, ad esempio, abbiamo avuto l’occasione di partecipare all’evento “Caccia alla fiaba”. Mentre noi adulti abbiamo seguito un percorso tra le sale del castello, dedicato alle figure femminili, che l’hanno abitato; nostro figlio ha partecipato ad una divertente caccia al tesoro.

I bambini, infatti, vestiti con abiti d’epoca, hanno preso parte ad una coinvolgente visita, seguendo una serie di indizi che li hanno portati a sconfiggere un malvagio drago. Una volta tornati insieme, abbiamo concluso la giornata partecipando ad un laboratorio creativo.

Il percorso ci è piaciuto perché è pensato soprattutto per i bambini. La visita, infatti, dura giusto un’ora, così da non annoiare i più piccoli, ed realizzata in modo tale da coinvolgerli in modo divertente ed istruttivo. 

Nel frattempo, noi genitori abbiamo potuto ammirare, in tranquillità, le sale del castello, accompagnati da una guida che ci ha narrato le storie di alcune delle donne che hanno vissuto in questo luogo, come la moglie e le figlie di Bartolomeo Colleoni. 

bambino

Campo di tulipani del Castello di Malpaga

In collaborazione con Maddy flowers farm, il Castello di Malpaga ospita anche un coloratissimo campo di tulipani. Qui, potrete scegliere e raccogliere in autonomia i vostri tulipani, che saranno poi confezionati all’uscita.

Potrete anche prenotare un servizio fotografico di famiglia o di coppia.

Come raggiungere il Castello di Malpaga

Il Castello di Malpaga si trova a Cavernago, in provincia di Bergamo. Per raggiungerlo, dall’autostrada A4 (Milano-Venezia), dovrete uscire al casello di Seriate, che dista solo 5 chilometri da Malpaga.

Fuori dal Castello, troverete diversi parcheggi liberi in cui lasciare la vostra auto.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*