Gita alla miniera di Schilpario con i bambini

Miniera di Schilpario

 

Avete mai pensato di portare i bambini a visitare una miniera? In quest’articolo vi parlerò della miniera di Schilpario, il luogo ideale in cui fare una gita con i bambini diversa dal solito, dal grande valore educativo.

Quello della miniera Gaffione di Schilpario è un complesso di gallerie, che si possono esplorare in parte a piedi ed in parte a bordo della ferrovia originale.

Nel corso degli anni, nelle antiche gallerie dismesse, sono stati realizzati diversi percorsi museali, che, inseriti nell’ambito del “Parco Minerario ing. A. Bonicelli”, sono stati attrezzati con illuminazione elettrica, documentazione fotografica, utensili e vagoni per il transito dei visitatori.

I percorsi si snodano per circa 2,5 chilometri, dei 60 esistenti nel complesso minerario di Schilpario.

Perché portare i bambini a visitare la miniera di Schilpario?

Portare i bambini a visitare la miniera di Schilpario, si rivelerà un’interessante esperienza educativa. Passeggiando nelle gallerie, i piccoli visitatori avranno l’occasione di capire come vivevano ed in quali condizioni lavoravano i minatori.  

Scopriranno che a lavorare in miniera non erano solo gli adulti, ma anche i bambini e quali erano i compiti che gli venivano affidati. Si tratta di una visita molto interessante, che vi aiuterà a comprendere il passato del territorio.

Tenete, poi, in considerazione che i percorsi interni alla miniera sono alla portata di tutti. Anche i bambini, infatti, non  avranno alcuna difficoltà nel muoversi nelle gallerie. 

Se pensate di portare con voi dei bambini molto piccoli, che non siete sicuri riusciranno a camminare per tutta la visita, vi consiglio di non dimenticare il marsupio.

Come raggiungere la miniera di Schilpario

Da Milano, imboccate l’autostrada A4, uscita Ospitaletto. Prendete, poi, la SP19, direzione Lumezzane, e poi la SS510 e la SS42. Superato Darfo Boario Terme, prendete la SS294 e proseguite fino a Schilpario

Una volto raggiunto il centro abitato di Schilpario, proseguite, seguendo le indicazioni, sino al Parco Minerario. Attraversati boschi e pinete, dovrete svoltare sulla vostra sinistra per raggiungere il punto di accoglienza della Miniera Gaffione.

A destinazione troverete alcuni vagoni ed una gruppetto di casette di legno che ospitano la biglietteria, un negozietto di souvenir ed un punto ristoro. 

Nei dintorni della miniera, ci sono diversi punti in cui potrete parcheggiare.

Ingresso della miniera

 

Storia della miniera di Schilpario

L’incantevole Val di Scalve è conosciuta per la sua grande vocazione mineraria. 

Durante la visita nella miniera di Schilpario, verrete guidati alla scoperta della storia di questi luoghi. 

Qui, prima del 1600, l’escavazione dei minerali, avveniva con metodi arcaici. 

In seguito, sotto il dominio della Serenissima repubblica di Venezia, si iniziò ad utilizzare la polvere nera o da mina, che incrementò notevolmente la quantità di minerale estratto dalle miniere. 

Nel nostro secolo (anni 30), le grandi società siderurgiche rilevarono le concessioni minerarie, che sino ad allora erano di privati, introducendo moderni macchinari ad aria compressa e pale meccaniche. Vi fu una rivoluzione che intensificò la produzione mineraria, i processi di escavazione e di arricchimento del minerale, ed anche i minatori iniziarono a recepire i primi salari.
Questo tipo di lavorazione si perfezionò nel tempo e durò sino alla primavera del 1953. Negli anni successivi, l’attività mineraria fu solo di estrazione e, nella primavera del 1972, anche questa cessò definitivamente.

Visita alla miniera di Schilpario

A questo punto, vi starete chiedendo com’è organizzata la visita alla miniera di Schilpario. Una volta giunti a destinazione ed indossato il caschetto, entrerete all’interno della miniera a bordo di un trenino, che vi condurrà nel cuore della montagna. 

La visita proseguirà poi a piedi. Verrete, infatti, guidati alla scoperta delle gallerie in cui un tempo si muovevano i minatori.

Nel corso dell’escursione, una guida vi illustrerà tutto quello che c’è da sapere sui 2000 anni di storia delle miniere e sui metodi di escavazione del minerale e vi parlerà delle dure condizioni in cui vivevano i minatori. 

La visita durerà circa 1 h e mezza. 

Si tratta di un’esperienza molto particolare, nel corso della quale, avrete l’occasione di comprendere come si svolgeva il lavoro in miniera e quali erano le condizioni di lavoro, nelle diverse epoche. 

Miniera di Schilpario

La mostra fotografica

Nel cuore della montagna, in una delle due gallerie, potrete ammirare un’interessante mostra fotografica dell’artista bergamasco Pepi Merisio, che vi aiuterà a comprendere ancora meglio quali erano le condizioni di lavoro in miniera.

Cosa indossare durante la visita alla miniera di Schilpario?

All’interno della miniera vi è una temperatura costante di circa 7°, con un’umidità del 95%. E’, quindi, consigliato indossare dei vestiti caldi e comodi. Non dimenticate di portare anche una giacca!

Tenete, poi, in considerazione che, all’interno della miniera, l’ambiente è piuttosto umido: indossate degli scarponcini.

Il personale, prima di entrare nella miniera, vi fornirà i caschetti.

Miniera di Schilpario

Organizzare una visita alla miniera di Schilpario

In questo periodo, nel contesto dell’emergenza sanitaria, dovrete prenotare la vostra visita alla miniera di Schilpario telefonando al n. 339.6055118.

Orari e giorni d’apertura

  • Luglio e agosto: tutti i giorni dalle 10:00 alle 11:15 (ultimo ingresso) e dalle 14:00 alle 16:15 (ultimo  ingresso);
  • Aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre: sabato e domenica dalle 10:00 alle 11:15 (ultimo ingresso) e dalle 14:00  alle 16:00 (ultimo ingresso).

Prezzi

  • Intero: € 10,00 a persona;
  • Ridotto (dai 3 ai 13 anni): € 7,00 a persona.

Tenete anche in considerazione che il biglietto d’ingresso da diritto ad un buono sconto del 50% per la visita delle altre Miniere gestite dalla Ski-Mine:

-Miniera Marzoli – Pezzaze (BS);

-Miniera Sant’Aloisio – Collio V.T. (BS).

I possessori della Card Viviparchi hanno diritto all’ingresso gratuito dei figli entro i 13 anni di età non compiuti (fino ad un massimo di due), a condizione che ciascuno sia accompagnato da un adulto pagante tariffa intera.

La miniera aderisce al circuito Viviparchi. Potete acquistare la tessera qui a 19,50 € anziché 25 € inserendo il codice sconto VIVP22.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*