Oasi Sant’Alessio, gita fuori porta a Pavia per tutta la famiglia

fenicotteri rosa

Per una gita fuori porta, adatta a tutte le età e tutte le stagioni, l’Oasi Sant’Alessio, in provincia di Pavia, è un parco faunistico davvero entusiasmante, soprattutto per chi come i bambini, è amante deli animali.

Oasi Sant’Alessio, come nasce

Se avete nella vostra mente animali in gabbia come allo zoo, cancellate quest’immagine: tutte le specie sono infatti inserite in un contesto che vuole rendere i loro habitat il più naturali possibile, ed hanno la possibilità di muoversi in libertà all’interno del loro spazio.

Siamo a Sant’Alessio con Vialone, in provincia di Pavia, e ormai da cinquant’anni questo centro si fa carico della reintroduzione delle specie “a rischio”, per la ricostruzione ambientale. È stato grazie alla passione e all’esperienza di Antonia e Harry Salamon che negli anni ‘70 decisero di acquistare il castello medievale di Sant’Alessio, facendosi promotori del progetto di creare un allevamento di specie in pericolo, per ripopolarne la natura.

L’Oasi ha raggiunto ottimi traguardi nel corso degli anni: per esempio, è stata la prima a riuscire nella reintroduzione della cicogna bianca, con quasi 700 esemplari partiti in 30 anni, tanto da rendere ormai la specie di nuovo piuttosto diffusa in Lombardia e Piemonte!

Gli animali nel parco

Sono davvero tantissime le specie presenti nel parco, dagli uccelli europei come gli aironi, le aquile, e i bellissimi ed eleganti fenicotteri rosa, agli uccelli tropicali come i coloratissimi tucani e colibrì.

Abbiamo potuto vedere da vicino i formichieri, i castori ed ammirare bradipi, conigli ed il bellissimo leopardo di Ocelot. Quello che fa sempre impressionare grandi e piccini sono alcune specie di rettili, in particolare i serpenti come il boa e il pitone fino alle rane velenose dell’Amazzonia. Ma se avete bambini già grandicelli…beh di solito si vantano di quanto sono stati coraggiosi nel vederli!

Una zona molto particolare è poi la voliera delle farfalle dove da aprile fino all’estate si può essere immersi tra mille battiti d’ali colorati!

Infine, il tunnel subacqueo poi permette di vedere davvero in modo ravvicinato tante specie di pesci.

 

Visitare il parco dell’Oasi Sant’Alessio

I percorsi

Ci sono due percorsi principali da seguire:

  • Le zone umide europee (fiume, palude e bosco) di colore blu;
  • La foresta pluviale amazzonica di colore giallo.

E’ possibile visitarlo con passeggino al seguito, anche se a mio parere fascia o marsupio sono sempre più comodi (soprattutto in autunno quando la pioggia potrebbe rendere il terreno più fangoso).

Dove mangiare

Sono presenti alcune aree predisposte a zona pic-nic, anche al coperto, e con area giochi adiacente, perfetta per i bambini. Altrimenti è disponibile un bar-paninoteca per poter comodamente mangiare serviti.

Informazioni utili

  • PREZZO: Adulti 15 euro. Ridotti: bambini dai 3 ai 12 anni: 12 euro. I biglietti sono acquistabili anche online.
  • ORARI: da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 17.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 18.00.
  • Info: sul sito dell’oasi

 

È una gita fuori porta con bambini che davvero merita, un parco che rimarrà impresso nella loro mente anche a distanza di anni!

Se amate le gite nella Natura vi consigliamo anche la Riserva naturale delle Torbiere

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*