Visitare Monte Isola, sul Lago d’Iseo con i bambini

Visitare Monte Isola

 

Avete mai pensato di visitare Monte Isola con i bambini? Considerata uno dei “Borghi più Belli d’Italia” e caratterizzata da un’atmosfera senza tempo, Monte Isola è l’isola lacustre più grande d’Europa.

L’isola è la meta perfetta per una gita in Lombardia con i bambini diversa dal solito. Qui, infatti, potrete passeggiare tra le frazioni, costeggiando il lago ed i piccoli uliveti, raggiungere il Santuario ed ammirare il panorama dall’alto, rilassarvi su una delle spiaggette o gustare una delle prelibatezze locali.

 

Visitare Monte Isola

 

La caratteristica principale di Monte Isola, molto apprezzata da chi viaggia con i bambini, poi, è l’assenza di traffico automobilistico: sull’isola, infatti, non si incontrano automobili, salvo quelle adibite a servizi importanti. I visitatori, quindi, per muoversi possono utilizzare solo autobus o biciclette.

Come raggiungere Monte Isola?

Per la gioia dei bambini, se avete deciso di visitare Monte Isola, dovrete prendere il traghetto.

I battelli partono da diverse località: i porti con servizio diretto per Monte Isola sono Sulzano e Sale Marasino. In alternativa, gli altri porti principali di imbarco sono: Iseo, Pisogne, Lovere, Tavernola Bergamasca, Sarnico.

 

Bambino sul traghetto

Orari dei traghetti per Monte Isola

Se siete interessati agli orari dei traghetti per Monte Isola, potete verificarli qui. Indicativamente, tra le 8.00 e 20.00, ci sono traghetti ogni 15/20 minuti.

Tariffe dei traghetti per Monte Isola

Dal 2016, sul lago d’Iseo è in vigore un sistema tariffario a Zone ed il costo del biglietto varia in base al numero di zone attraversate dalla corsa scelta per raggiungere la località di destinazione.

Partendo da Sulzano o da Sale Marasino ed optando, quindi, per il servizio diretto per Monte Isola, il biglietto singolo costa € 2,10 per adulto (a quest’importo va aggiunto 1 € di tassa di sbarco sull’isoletta). I biglietti dei traghetti si possono acquistare nei bar davanti all’imbarco a Sale Marasino e nella biglietteria o nei bar vicino all’imbarco a Sulzano.

Se siete intenzionati ad organizzare una gita sull’isola, vi consiglio, comunque, di verificare, prima della partenza, le tariffe dei battelli per Monte Isola, soprattutto se siete interessati a portare con voi animali domestici o biciclette.

Se visitate Monteisola con i bambini, tenete in considerazione che i minori di 4 anni non pagano nulla.

 

Dove parcheggiare per prendere il traghetto per Montisola

Questo è il punto dolente! Trovare un parcheggio non a pagamento è praticamente impossibile. Vi conviene raggiungere Sulzano o Sale Marasino e posteggiare in uno dei parcheggi a pagamento.

Noi, di solito, scegliamo Sulzano. Raggiunto il centro del paese, al semaforo, imboccate la strada in salita che vi troverete sulla destra. Seguendo la strada troverete diversi parcheggi a pagamento e qualche parcheggio con disco orario.

Visitare Monte Isola

Il comune di Monte Isola si compone di ben 11 piccoli nuclei abitati e comprende, poi, le due isolette di San Paolo e di Loreto.

Partiamo col dire che Montisola è il luogo ideale da visitare con i bambini perché sull’isola non incontrerete auto, ma solo qualche motorino e tante biciclette. Una volta sbarcati, per girare l’isola, potrete decidere di noleggiare una bicicletta o di passeggiare ed eventualmente prendere uno dei bus turistici.

 

Peschiera Maraglio

Fare il giro di Monte Isola

Chi decide di visitare Monte Isola, di solito, sceglie di fare il giro dell’isola.

Giunti a Peschiera Maraglio con il battello, dovrete proseguire costeggiando il lungolago verso Carzano. Il percorso è pianeggiante, quindi, facile da affrontare anche con i più piccoli. Giunti a Carzano ed ammirata la chiesetta di S. Giovanni Battista, proseguite, questa volta in lieve salita. Raggiungerete Siviano che si estende su un pendio terrazzato rivolto a nord-est, tra viti e olivi. Proseguite, poi, verso Sinchignano ed al bivio svoltate a destra per Menzino e Sensole. Continuate, quindi, a camminare, per completare il giro e fare ritorno a Peschiera Maraglio.

L’escursione descritta richiede circa 3 ore di cammino. Lungo il percorso noterete due piccole isolette: l’isola di Loreto e l’isola di San Paolo. Si tratta di due isole di proprietà privata.

 

Salire al Santuario della Ceriola

Se i vostri bambini amano camminare, una delle cose da fare a Monte Isola è sicuramente una camminata a piedi fino al Santuario della Madonna della Ceriola, risalente al V secolo, dal quale si gode  di una vista meravigliosa sul lago. Si tratta di un percorso di media difficoltà di circa 4 chilometri.

Ci sono diversi sentieri che conducono al  Santuario, partendo dai vari borghi. Considerate, però, che da Peschiera Maraglio al Santuario dovrete camminare circa un’ora abbondante.

In alternativa, potete prendere un autobus che vi poterà a destinazione senza fatica.

Lungo il percorso che conduce al Santuario della Ceriola, tra uliveti e campi, vi imbatterete in alcuni borghi montani di Montisola dal fascino indiscutibile.

 

Vista Monte Isola

Ammirare la Rocca di Martinengo

Nel visitare di Monte Isola, potrete ammirare la Rocca Martinengo.

Il castello, che si erge sopra il golfo di Sensole, tra Peschiera e Siviano, è uno dei monumenti più importanti e caratteristici di Monte Isola.

Costruito del XIV secolo a scopo difensivo. Si suppone che il castello fu acquistato dalla famiglia Martinengo attorno alla metà del XV secolo. In seguito, quando il territorio bergamasco passò sotto Venezia, la funzione difensiva della rocca venne meno.

La leggenda narra che, un tempo, un perfido castellano, colpiva a cannonate le barche dei pescatori quando questi giungevano sotto il castello, dinnanzi al roccione di Herf,  se questi, non ammainavano la vela in segno di sottomissione. Dopo che diverse barche affondarono, qualcuno pensò di trasformare questo gesto obbligato in un omaggio alla Vergine Maria. Fu, così, dipinta sullo scoglio di Herf l’immagine della Madonna della Ceriola. La leggenda vuole che il castellano morì annegato nel tentativo di cancellarla.

Rilassarsi su una delle spiagge di Monte Isola

Se avete deciso di visitare Monte Isola con i bambini, sicuramente i piccoli esploratori apprezzeranno una sosta in una delle numerose spiagge libere dell’isola. Vi segnalo Prato delle Ere, in frazione Peschiera Maraglio, con prato e zone d’ombra, il Parco Pubblico, in frazione Carzano, la Spiaggia località Serf, in frazione Sensole, la Spaggia località Spì, in frazione Menzino, e la spiaggia località Punta, in frazione Silvano Porto, nella zona nord ovest dell’isola.

Visitare il Museo della Rete

La pesca ha per anni costituito l’unico mezzo di sostentamento dell’isola. Se avete deciso di visitare Monte Isola, potete fare una tappa nel piccolo museo della Rete. Si tratta di un museo privato, situato all’interno della fabbrica di reti più antica dell’isola. Qui troverete una ricca raccolta di documenti, fotografie storiche ed oggetti sul mondo della pesca.

 

Sardine ad essiccare

Assaggiare i prodotti tipici di Monte Isola

Nonostante le dimensioni ridotte, Monte Isola vanta ben tre deliziosi prodotti tipici. Non potrete lasciare l’isola senza averli assaggiati.

Uno dei piatti tipici di Montisola sono le sardine, accompagnate dalla polenta abbrustolita. Se avete deciso di fermarvi a pranzo sull’isola, dovete assolutamente provare questa prelibatezza.

Monte Isola è poi nota per il suo Salame, ottenuto con la carne di maiali cibati prevalentemente con castagne e granturco e con l’aggiunta di aglio schiacciato e un misto di spezie segrete. La sua particolarità sta nel fatto che la preparazione viene rigorosamente eseguita a mano. Si ottiene in questo modo un impasto composto da grossi pezzi di carne tagliati con il coltello. Il tutto viene fatto poi riposare nel vino.

Tra i prodotti tipici dell’isola non si può, infine, dimenticare il particolare Olio di Montisola, che viene prodotto solo con olive locali.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*