Visitare Sabbioneta con i bambini, in gita nella città ideale dei Gonzaga

Porta Imperiale

 

Tra i borghi più belli d’Italia, non si può non citare Sabbioneta, la cittadina lombarda dichiarata Patrimonio dell’Unesco nel 2008. Anche se, difficilmente, quando si programma una gita con i più piccoli si pensa ad una città d’arte, sono tanti i motivi per cui vi consiglio visitare Sabbioneta con i bambini.

La sua posizione e le dimensioni ridotte fanno di questa piccola cittadina, situata nel cuore della Pianura Padana, la meta perfetta per una gita di un giorno in Lombardia oppure per un weekend in famiglia, magari abbinando alla visita della città ideale dei Gonzaga, quella della città di Mantova, non molto distante. 

Ci sono tanti modi per organizzare la visita, potreste abbinarla ad un’escursione in bicicletta nei dintorni o prenotare una visita guidata, adatta a tutte le età.

Parco Oglio

Visitare Sabbioneta

Sabbioneta, inserita, nel 2008, insieme a Mantova, tra i patrimoni Unesco, è stata costruita, in circa 35 anni, per volere di Vespasiano Gonzaga, con lo scopo di concretizzare la concezione rinascimentale della Città Ideale. 

La città, come testimoniano le vie, gli scorci ed i palazzi di Sabbioneta, è un perfetto esempio di applicazione delle teorie rinascimentali in campo urbanistico.

Galleria degli antichi

Come arrivare a Sabbioneta

La città di Sabbioneta dista circa 30 Km da Parma, 33 Km da Mantova e 47 Km da Cremona e può essere facilmente raggiunta in auto o in autobus da Mantova (linea 17) o da Parma (linea 12).

Dove parcheggiare a Sabbioneta 

Trovare parcheggio a Sabbioneta è piuttosto semplice. Anche dentro alle mura, infatti, si trovano diverse aree di sosta libere.

Ad esempio, arrivando da Via Giulia Gonzaga, troverete un ampio parcheggio poco prima dell’ingresso su Piazza d’Armi.

Un altro grande parcheggio libero è quello dell’Incoronata.

Biglietti 

Se avete intenzione di visitare Sabbioneta con i bambini, vi consiglio di rivolgervi all’Infopoint, situato presso Palazzo Cavalleggero, in via Teatro 2. 

Qui, oltre ad acquistare i biglietti d’ingresso a musei e monumenti, potrete ritirare una mappa della città o decidere di partecipare ad una visita guidata. Per prenotazioni, scrivete a info@turismosabbioneta.org o chiamate il n. 0375 221044 – 0375 52039.

Tenete in considerazione che l’Amministrazione Comunale, in collaborazione con Società Cooperativa Culture, Associazione Pro Loco e il Polo Museale Vespasiano Gonzaga, ha istituito un biglietto unico integrato che vi permetterà di accedere a tutti i musei e monumenti di Sabbioneta.

Intero: 15,00 €

Ridotto: 10,00 €

Biglietto ridotto studenti: 6,00 € (da 12 anni fino agli studenti universitari).

Coloro che sono, invece, in possesso della Mantova Sabbioneta Card potranno accedere con essa ai diversi punti d’interesse della città (valutatene l’acquisto se avete in programma di trascorrere un weekend alla scoperta di queste due città).

Visitare Sabbioneta con i bambini

La cittadina non è particolarmente grande e si si può visitare tranquillamente anche con i più piccoli, magari optando per un itinerario adatto anche a loro ed alternando la vista di musei e monumenti ad una passeggiata lungo le mura. 

Sul sito della Città di Sabbioneta, trovate alcuni itinerari consigliati e, se siete interessati, potete prenotare una visita guidata, anche in compagnia dei più piccoli. 

Se avete intenzione di visitare Sabbioneta con i bambini, vi consiglio, poi, di recarvi all’Info Point e prendere uno dei libretti realizzati proprio per accompagnare i più piccoli durante la visita di Cremona, Brescia, Mantova e Sabbioneta.

Libretto Sabbioneta bambini

Passeggiata ai piedi delle Mura

Con i bambini, potreste fare una passeggiata percorrendo, all’esterno della città, il circuito delle mura, la cui struttura si è perfettamente conservata.

Tempo stimato: 1 H. 30’

Mura Sabbioneta

Cosa vedere a Sabbioneta

Nonostante la cittadina non sia particolarmente grande, le cose da vedere sono numerose e tutte molto interessanti. 

Sabbioneta

La galleria degli antichi

Edificata tra il 1584 e il 1586, la galleria fu costruita per contenere una collezione di marmi antichi (busti, statue ed epigrafi), che il Duca acquistò dopo il suo rientro dalla corte reale di Spagna.

Oggi i marmi, da poco restaurati, sono esposti nella galleria della Mostra, all’interno di Palazzo Ducale a Mantova.

Galleria degli antichi

Palazzo giardino

Se avete deciso di visitare Sabbioneta non potete non ammirare il maestoso Palazzo Giardino, situato in Piazza d’Armi. Qui, il Duca amava trascorrere il proprio tempo lontano dagli impegni di governo, immergendosi nella lettura. Non limitatevi ad osservarne l’esterno, perché le sue sale interne custodiscono opere di rara bellezza.

Palazzo Ducale

Palazzo Ducale, che si affaccia sull’omonima piazza, fu dimora del Duca di Sabbioneta, nonché la sede dell’attività politica ed amministrativa. 

I due piani con portico rialzato ospitano sale affrescate, con opere realizzate da diversi artisti dell’epoca. 

Piazza Ducale

Porta Vittoria

Porta Vittoria un tempo costituiva il principale accesso alla città. Costruita intorno al 1565, è la più antica delle due porte cittadine ed è collocata ad ovest.

Porta Vittoria

Porta Imperiale

La Porta Imperiale venne edificata nel 1579 e modificata nella prima metà del XIX secolo, con la costruzione dell’attuale timpano superiore. Quest’ultimo sostituì l’originaria loggia su pilastri, simile a quella di Porta Vittoria.

La sinagoga ed il quartiere ebraico

La Sinagoga di Sabbioneta era il luogo di culto e di riunione della comunità ebraica della città. Di proprietà della Comunità Ebraica di Mantova, venne riaperta al pubblico nel 1994, dopo decenni di abbandono. 

L’interno conserva gli arredi originali ottocenteschi.

La sinagoga si trova in quello che un tempo era il quartiere ebraico.

Qui, vi segnalo anche la presenza della casa di Cesare Foà, posta all’angolo tra via Bernardino Campi e via Pio Foà, che si dice che fu la dimora dell’ultimo rabbino di Sabbioneta. 

Da vedere in questa zona c’è poi Palazzo Forti, un esempio di commistione fra un elegante palazzo borghese ed una corte agricola, posta all’interno della cinta muraria.

Teatro dell’Antica

Il Teatro all’Antica, costruito tra il 1588 e il 1590, fu il primo teatro stabile europeo e richiama l’arte classica, tanto cara a Vespasiano.

La sua particolarità è la presenza di una cavea semicircolare, composta dalla gradinata per il pubblico che culmina in una serie di statue mitologiche e colonne corinzie.

Teatro dell'Antica

Museo dei Ducato

Situato presso l’antico palazzo arcipretale, il Museo ospita opere e oggetti di varie epoche ed, al suo esterno, si può visitare un piccolo giardino botanico.

Chiesa dell’incoronata

La Chiesa della Beata Vergine Incoronata venne eretta tra il 1586 e il 1588 come cappella palatina e pantheon per la dinastia del Duca di Sabbioneta. L’interno è elegante, luminoso e riccamente decorato ed è sede della tomba-mausoleo del Duca Vespasiano.

Chiesa di S. Maria Assunta

La Chiesa di S. Maria Assunta testimonia il desiderio del Duca Vespasiano Gonzaga di costruire una città ideale che rispecchiasse i canoni umanistici rinascimentali. Per la sua realizzazione vennero utilizzate le pietre dell’antica parrocchiale.

Chiesa di S.M. Assunta

Chiesa di San Rocco

La Chiesa di S. Rocco, risalente alla metà del XVI secolo, ha subito nel tempo diverse modifiche strutturali. L’oratorio della Chiesa ospita oggi la pinacoteca del Polo Museale di Sabbioneta, con una ricca collezione di dipinti e opere d’arte.

S.Rocco

Cosa fare vicino a Sabbioneta con i bambini

Ciclabile Mantova – Sabbioneta

Se avete intenzione di visitare Sabbioneta con i bambini e, magari, di trascorrere un weekend tra Mantova e la città ideale dei Gonzaga, potreste prendere in considerazione di percorrere la ciclabile che collega queste due meravigliose città, patrimonio Unesco. 

Cliccate qui, per tutte le informazioni utili.

Ponte delle barche

Ponte delle barche

Se come me siete sempre in cerca di luoghi particolari, potreste raggiungere, a circa 20 minuti da Sabbioneta, il Ponte delle barche di Torre d’Oglio, situato nel Parco dell’Oglio Sud. 

Costruito nel 1926, il ponte, che in passato era sorvegliato da pontieri, collega San Matteo delle Chiaviche e Cesole, rispettivamente sponda sud e nord del fiume Oglio.

Qui, potreste fare una passeggiata nel Parco dell’Oglio, in bicicletta o a piedi, alla scoperta della natura circostante.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*